Simone e i mostri della notte: app per iPad

Siamo stati lieti di ricevere la proposta di recensione di Simone e i mostri della notte: una app per il nostro iPad affamato di titoli italiani di qualità.

Ci spiace però che probabilmente sarà l’ultima recensione che faremo perchè non saremo teneri 😛

Ma partiamo con le note positive: lode all’intenzione di sviluppare app in italiano, in un mercato ancora estremamente piccolo, per un target che richiede genitori particolarmente attenti.

La storia è quella di Simone, un bambino che, al momento di andare a letto, viene assalito dai tremendi mostri della notte, quelli che ti saltano addosso appena la mamma spegne la luce e che scompaiono appena lei la riaccende (…ma sarà proprio così? Non sveliamo il finale) Storia non originale, narrata in maniera convenzionale, illustrata in maniera discreta.

Sono tante le cose che non vanno. Ci sono due versioni: quella “leggi” e quella “guarda”. Già questa distinzione ci lascia perplesse. In ogni caso la funzione solo lettura non integra nemmeno una funzionalità basica in questo tipo di applicazioni che è quella della lettura registrata della storia,  non sfruttando nessuna delle potenzialità del formato. La domanda è: cui prodest? Ovvero perchè dovrei leggere questa storia su iPad?Allora ci spostiamo alla funzionalità: guarda (?sic). Le opzioni di interattività sono: rumori e piccole animazioni. La scelta dei rumori e delle musiche è assolutamente banale e poco curata, le animazioni sono semplici e questo non è un male di per sè ma nè musica nè animazione aggiungono atmosfera alla storia, anzi le tolgono la capacità immaginifica e di creazione mentale. Sappiamo che non è compito facile creare ebook per bambini e i precedenti di successo si contano davvero sulle dita di una mano, tuttavia il nostro giudizio scivola assolutamente verso il basso per alcune cose che proprio non ci spieghiamo: che senso ha mettere il numero di pagina e con una tale evidenza? Possibile che fosse l’unico modo per navigare la storia? E poi: se è pensata per iPad che è un dispositivo touch dove sono le funzionalità che si attivano toccando lo schermo? Infine contro ogni usabilità la maniera in cui si sfogliano le pagine dove tu clicchi nell’angolo basso della pagina e la pagina si gira a partire dall’angolo in alto (e se clicchi sull’angolo in alto non succede niente); sembra una piccolezza ma datelo in mano a un po’ di persone adulte e bambini e noterete in tutti lo stesso senso di straniamento.

Ma, dulcis in fundo, (non ironico :-)) ci piace la possibilità di personalizzare i nomi della storia, come spesso facciamo narrando ai bimbi. Ma davvero è una delle poche cose che salviamo. Forza che c’è tanto lavoro da fare.

n.b. la replica del produttore è nei commenti a questo post

Qui il sito ufficiale dell’ebook http://www.simone.simiula.com/

Annunci

6 risposte a “Simone e i mostri della notte: app per iPad

  1. Avete mancato il punto cruciale sull’app, che é quella di usare la storia insieme ai bambini. Per questo motivo non c’è un parlato e non si può registrare una voce. L’App non è intesa per essere usata solo dai bambini e quindi non é un cartone animato, ma va usata e letta insieme a loro e tutti coloro che l’hanno provata in questo modo ne sono stati entusiasti. I bambini pretendono che l’adulto legga loro la storia.
    Riguardo allo ‘sfogliamento’ purtroppo il problema é di Apple, un baco che affligge le app con questo effetto a sfogliamento quando si ruota l’iPad che sbaglia a capire in che modo é orientato il device.

  2. Ciao Gerardo e grazie del commento. Da anni ci battiamo per tutta quella filosofia che sta attorno al progetto Nati per Leggere ovvero che il libro sia un momento di contatto affettivo indispensabile tra adulto e genitore. Non vediamo però come negativa la possibilità di sentire una voce narrante al di sotto della storia (funzionalità attivabile a richiesta ovviamente) non per la fruizione in solitaria del bambino cui sinceramente proprio per formazione culturale e professionale non avevamo nemmeno pensato, quanto perchè sentire la storia narrata da un bravo attore è un plusvalore, lo dimostra anche il fatto che questa funzionalità sia quasi standard in quelle applicazioni ben riuscite che si contano sulle dita di una mano. Vuoi mettere sentire leggere Helena Bonham Carter in una delle più belle app per iPad? http://itunes.apple.com/it/app/the-heart-bottle-for-ipad/id407795360?mt=8
    Visto che ci hai chiarito questo punto che è una vostra precisa scelta e sei stato cosi gentile dal chiarirci anche il baco di Apple, avresti voglia di spiegarci anche la scelta del “leggi” e “guarda” che ci è sembrata così strana?

  3. La scelta di leggi e Guarda ha più motivi. Il primo é che d’accordo con l’autore del libretto originale si é voluto riproporre l’opera statica; mentre il secondo é che in uno dei prossimi aggiornamenti all’app (altra differenza rispetto ad un libro cartaceo che una volta pubblicato diventa immutabile), ed una volta risolti alcuni problemi tecnici di programmazione, l’adulto potrà registrare la propria voce abbinata a quella pagina. La sua voce sarà poi riprodotta usando il solito ‘guarda’ insieme all’animazione.
    In questo modo si risolve anche il problema dello speaker, perché potendo cambiare i nomi ai personaggi é impossibile avere una traccia audio standard !
    Grazie comunque di tutte le critiche, che se costruttive, aiutano sempre.

  4. Finalmente l’aggiornamento tanto atteso é disponibile! Simone ora ha la possibilità di registrare la voce dei genitori (per ogni pagina) e di riprodurla insieme alla storia. Ora i narratori sono é mamma e papà!
    Inoltre abbiamo ridotto il prezzo dell’app.

  5. grazie gerardo! lo abbiamo appena aggiornato e non vediamo l’ora di provarlo con le nuove funzionalità

  6. Pingback: Come scegliere un ebook per bambini: golden rules nel mondo delle app | biblioragazzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...