Archivi categoria: e-book

Immagine

AGENDA: ScherMI – Editori e biblioteche per bambini e ragazzi (Milano, 30/09/2022)

Tornano gli incontri in presenza dal 30 settembre 2022 con la serie, rivolta a scuole e biblioteche, Il Digitale in Biblioteca, in quattro appuntamenti – Milano, Firenze, Roma, Bologna – sulla cultura digitale in biblioteca. Come si legge nella presentazione, “Grazie a MLOL, gli editori hanno la possibilità di far entrare in biblioteca prodotti e servizi digitali, modificando ed evolvendo in questo modo i servizi bibliotecari stessi e il rapporto con i cittadini. Digitale per ragazzi, audiolibri, promozione della lettura ed accessibilità: queste le tematiche che verranno trattate e approfondite con gli interventi di esperti, formatori, bibliotecari ed editori, in eventi in presenza e online dal carattere interattivo e conviviale.”

Tutti gli eventi potranno essere seguiti online, sul canale YouTube di MLOL: per info, scrivera a info@medialibrary.it.


#1 | Schermi. Biblioteche ed editori per bambini e ragazzi

Milano, Sala conferenze Palazzo Reale, 30 settembre 2022

MLOL invita a partecipare al primo della miniserie di appuntamenti info-formativi “Il digitale in biblioteca”, dal titolo #1 | Schermi. Biblioteche ed editori per bambini e ragazzi, con l’intento di stimolare e rafforzare la collaborazione tra case editrici per ragazzi, biblioteche e scuole per “promuovere la lettura, sia cartacea che digitale, fra i giovani ed i giovanissimi”. Anche la comunicazione digitale e il prestito digitale contribuiscono al piacere della lettura. Il mercato dell’editoria digitale, la promozione della lettura, nuove modalità di fruizione della lettura saranno affrontati da più prospettive dai diversi attori accomunati dall’intento di avvicinare le giovani generazioni alla lettura, generatrice di benessere e benefici.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA (30/09/2022)

  • 9.30 – 10.00: Welcome Coffee
  • 10.00 – 10.05: Saluto introduttivo (Stefano Parise, Direttore del Sistema Bibliotecario del Comune di Milano)
  • 10.05 – 10.25: Il digitale per ragazzi a scuola ed in biblioteca. Alcuni dati MLOL (Paola Pala, MLOL)
  • 10.25 – 10.50: Le vendite eBook nel settore ragazzi (Francesca Noia, Responsabile relazioni con gli editori di Edigita)
  • 10.50 – 11.15: Come evolvono gli stili di fruizione digitale dei ragazzi (Roberta Franceschetti, co-fondatrice Mamamò)
  • 11.15 – 11.45: Teen Chat, lo spazio libero 12+ del Sistema Bibliotecario di Milano: condividere la lettura con strumenti digitali (Cristina Davenia, Giulia Maffina e Chiara Vitale – Sistema Bibliotecario del Comune di Milano)
  • 11.45- 12.00: Break
  • 12.00 – 12.30: Progetti educativi a scuola ed in biblioteca (Paola Zannoner, scrittrice e formatrice ne discute con Giuseppe Bartorilla, Responsabile della Biblioteca dei Ragazzi di Rozzano (MI))
  • 12.30- 13.00: Le potenzialità dell’audio per i ragazzi (Renata Gorgani, editrice de Il Castoro, ne discute con Debora Mapelli, Bibliotecaria del Sistema CUBI)

Iscrizioni

Agenda: inaugurazione BIT Perlasca (Roma, 7/11/2018)

Invito_bit.jpgMercoledì 7 novembre 2018, dalle ore 16:45, verrà inaugurata la “BIT Perlasca” (via Barelli 7, Roma), una “biblioteca innovativa territoriale” realizzata con i fondi del MIUR PNSD “Azione #24”  e dello School Bonus di FNC.
La realizzazione del progetto è ancora in corso:  l’evento in programma conclude la prima fase dei lavori (ristrutturazione di un locale di via Barelli e la sua trasformazione in aula digitale attrezzata con nuovi arredi, computer, tablet, raspberry) e apre quella successiva volta a realizzare i servizi di biblioteca digitale.  Alle 17:15 interverrà il Prof. Gino Roncaglia (autore del recente “L’età della frammentazione: cultura del libro e lettura digitale“, Roma-Bari, Laterza 2018) sulla lettura digitale a scuola.

Agenda: Libri come: la scuola al centro (Roma, 12-15 marzo 2015)

libri-comeTorna a Roma la manifestazione “Libri Come”, la Festa della lettura curata da Marino Sinibaldi, in programma dal 12 al 15 marzo 2015 all’Auditorium Parco della Musica di Roma, con il coinvolgimento di tante realtà, tra cui quella delle Biblioteche di Roma, che si ritroveranno con autori, artisti ecc. sul tema della scuola e della centralità del suo ruolo, che saranno affrontati da più punti di vista, secondo il seguente programma.

 

Digital Readers Camp

digital-readersInteressati alla lettura e alla sua promozione ai tempi del web? Non dimenticate di dare un’occhiata a questo post  (pubblicato su “Le letture di Biblioragazzi”) riguardo al Digital Readers Camp, svoltosi a Rozzano (MI) il 17 scorso.

Bologna Ragazzi 2013

logo_itÈ stata appena avviata la 50.a edizione della Fiera internazionale del libro per ragazzi, in programma alla Fiera di Bologna dal 25 al 28 marzo. La “Bologna Children’s Book Fair”, il più importante appuntamento internazionale per i professionisti dell’editoria per ragazzi, ospita quest’anno la Svezia.

Info, programma, eventi ecc. sono disponibili qui.

Agenda: Passaparola, Vicenza 26-28 ottobre 2012

PASSAPAROLA 2012. Il X Forum nazionale del libro e della promozione della lettura sarà quest’anno dedicato al tema:  “Un mondo da leggere, in tutti i sensi” e si svolgerà a Vicenza, dal 26 al 28 ottobre 2012.

Nuove forme di diffusione della lettura, differenti concezioni, usi e modi del libro, inteso come strumento da toccare, leggere, ascoltare, guardare e condividere. Queste le tematiche portanti di Passaparola – Un mondo da leggere, in tutti i sensi – IX Forum nazionale del libro e della promozione della lettura che sarà ospitato per tre giorni a Vicenza.

Dal 26 al 28 ottobre 2013 Vicenza sarà protagonista indiscussa della promozione della lettura, attraverso una serie di appuntamenti gratuiti e rivolti al pubblico cittadino e non, nel quale emergeranno buone pratiche, progetti virtuosi e innovativi che coinvolgeranno attivamente biblioteche, scuole, librerie, singoli cittadini, ma anche autori, editori, associazioni e istituzioni. Oltre alle nuove tecnologie per supportare la lettura e il libro, oggi più che mai simbolo della crisi ma anche elemento della rinascita grazie alle multimedialità, al centro dei dibattiti e degli incontri saranno le concrete soluzioni contro l’emergenza culturale. Durante il Forum verrà infatti discussa e formulata una proposta di legge di iniziativa popolare che, grazie ai contributi di ogni singolo esponente del mondo del libro, dei lettori, passando per gli scrittori fino ad arrivare agli enti governativi, intende contribuire alla risoluzione! delle attuali problematiche del settore. Il Forum porrà in primo piano anche le attività di tutte le scuole di ogni ordine e grado della città di Vicenza che, nell’ultimo anno e in vista delle tre giornate di ottobre, hanno sviluppato e realizzato progetti strutturati volti alla formazione di lettori e alla diffusione della lettura. Inoltre, ad arricchire il programma della IX edizione di Passaparola non mancheranno mostre d’arte, letture ad alta voce, dibattiti, giochi letterari, incontri con scrittori, studiosi e personalità della cultura nazionale e internazionale.

L’iniziativa, promossa e organizzata dall’Associazione Forum del Libro, Presìdi del Libro, Comune di Vicenza, Regione Veneto con il contributo di Associazione Progetto Marzotto, Fiera di Vicenza, Fondazione Zoè, Veneto Banca, con la collaborazione di Gallerie d’Italia – Intesa Sanpaolo e con il sostegno di Comune di Costabissara, Comune di Valdagno, già nelle scorse edizioni realizzate in varie città italiane è diventata il principale luogo di incontro, discussione e sintesi per sviluppare, sostenere e mantenere vivo il mondo dei libri.

Al fine di rendere accessibile a tutti gli interessati i contenuti di cui si dibatterà a Passaparola, grazie a Rai Scuola, media partner della manifestazione, i lavori del Forum saranno trasmessi on line in streaming su http://www.raiscuola.rai.it e saranno visibili anche dopo il 28 ottobre.

Per meglio promuovere l’iniziativa Rai Educational ha realizzato un video promozionale http://www.raiscuola.rai.it/articoli/passaparola-ix-forum-del-libro-e-della-lettura/16928/default.aspx

Il sito www.vicenzachelegge.org seguirà anche tutte le iniziative in città.

Durante i giorni del Forum sul twitter @ForumdelLibro o #forumlibro2012 sarà possibile seguire il livetweet dell’evento.

Agenda: Gli e-book e il futuro delle biblioteche, Pisa 7 ottobre 2012

Riprendiamo un post di Marta Motta passato in AIB-CUR e vi segnaliamo che domenica 7  ottobre, all’interno dell’ Internet Festival di Pisa, si terrà un incontro dedicato agli e-book e al futuro delle biblioteche pubbliche, presso il Polo Carmignani (Piazza dei Cavalieri) dalle 10.00 alle 11.30, con il seguente programma.

Bologna ragazzi digital award 2012: and the winner is…

Ecco il vincitore e le tre menzioni speciali della prima edizione del Bologna Ragazzi Digital Award

Come scegliere un ebook per bambini: golden rules nel mondo delle app

Da un po’ di tempo, in uno dei gruppi Facebook che frequento ci troviamo a parlare e discutere di digital publishing e di libri per bambini.
Con l’idea di scriverne anche qui in maniera un po’ più strutturata mi sono posta la fatidica domanda: come si recensisce un ebook, o meglio come si recensisce una app visto che di queste, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta?
Ecco allora un piccolo elenco in parte frutto della sensibilità personale, in parte del confronto con i colleghi, in parte di riferimenti bibliografici presenti in rete. Ogni commento è gradito 🙂

Gold rules ovvero app per bambini: alcune cose che so di loro:

Iniziamo con il chiarirci cosa non è un ebook:

  • un semplice libro da colorare
  • la trasposizione digitale di un libro tradizionale con un  po’ di rossetto sul maiale per dire: abbiamo anche noi gli ebook (esempio: Simone e i mostri della notte)

Quali sono le caratteristiche di un buon ebook:

  • aggiunge qualcosa alla narrazione tradizionale
  • permette varie modalità di fruizione alternativa: tra le funzioni che ci devono essere ci sono il leggi ad alta voce con la storia letta da un narratore (e su questo punto dobbiamo spesso insistere per la scelta di BRAVI narratori), leggi da solo che permetta all’adulto di leggere il libro con il bambino, la possibilità di disattivare alcune funzionalità per concentrarsi maggiormente nella lettura (un ottimo esempio: Nosy crow)
  • le animazioni sono funzionali alla storia ma possono anche venire ignorate e non disturbano la comprensione di significato del testo: é un libro, non un film o un videogioco, per lo meno fino ad oggi, anche se ho sempre maggiormente la percezione che siamo alla fase degli incunaboli con necessità mimetiche rispetto al libro tradizionale che non si giusitificano se non con la volontà di dare al lettore un passaggio soft da un mezzo all’altro. Per capire questa affermazione pensiamo ad esempio al gesto di voltare la pagina che non è necessario in un ebook eppure viene emulato in molte app ad esempio  nel mio primo amore di app The Heart and the Bottle ( su questo punto si veda l’insostibuile Roncaglia)
  • non ci si perde mai, è facile sfogliare il libro avanti e indietro o è complesso saltare le pagine e la narrazione assume un percorso troppo rigidamente stabilito?
  • deve lasciare al lettore il controllo finale sulla narrazione cosa che non viene fatta se non parzialmente nelle famose app dei Moonboot Studios (quelli che hanno appena vinto l’oscar con questa app  per intenderci) ma qui  siamo allo stadio successivo dell’ebook
  • e poi quello che per me é la prova del nove: mi viene voglia di rileggerla o una volta è già troppo?
Su questi temi in maniera più strutturata e competente discuteremo sedendoci attorno a un tavolo nel Digital Cafè della Fiera del libro per ragazzi di Bologna, lunedì 19 marzo alle 11.00. Saranno presenti  Giulio Blasi (Horizons Unlimited), Maurizio Caminito (IT insegnante di archivi e librerie), Valentina Mai (Kite Edizioni) e Caterina Ramonda (Biblioragazzi). Vi aspettiamo PAD26 B90!

Agenda: Diversità, speranza, irriverenza (Frascati, 5-12 marzo 2012)

Le Scuderie di Palazzo Aldobrandini a Frascati (Roma) ospiteranno dal 5 al 12 marzo l’annuale manifestazione comprendente la mostra e una serie di iniziative sulla lettura e sulla letteratura per l’infanzia, giunta quest’anno  alla sesta edizione che ha per titolo: “Diversità, speranza, irriverenza“.  Per maggiori informazioni consultare il Programma.

Bologna ragazzi digital award 2012 ( e un’anteprima)

Troppo poco pubblicizzato ecco il premio per le app per bambini e ragazzi che si svolgerà alla Fiera del Libro per ragazzi. Stiamo parlando del Bologna Ragazzi Digital Award. 
Per partecipare bisogna iscriversi entro il 29 febbraio secondo quanto indicato nel regolamento 

Se l’iniziativa ci piace molto un non ci piace deve essere dato al piano di comunicazione di questa che è un’importante novità per l’Italia.
Ecco alcuni punti perfettibili:

  • “Il Premio BolognaRagazzi Digital Award è rivolto a apps basate su libri per ragazzi” e rivolte a app per un pubblico dai 2 ai 15 anni. Criteri più fluidi più adatti a libri liquidi: opere così sarebbero escluse perché non basate su libri per ragazzi? 
  • “La giuria del BolognaRagazzi Digital Award è composta da esperti internazionali, attivi nell’ambito dell’editoria digitale e dell’illustrazione”. Chiarezza nei nomi della giuria (e nostro scoop) Ecco la giuria  Warren Buckleitner-Children’s TEch Revue, André Letria-illustratore, Cristina Mussinelli-AIE, Chris Mead-if:book (ottima giuria direi, la storia si fa interessante)
  • Pagina candidature: vuota…

Ultima nota: se leggete il regolamento vi renderete conto di come la trasposizione di un regolamento scritto e pensato per testi cartacei non funzioni se applicato al digitale, risultando poco chiaro in più di un punto.
C’è ancora tempo per ritarare il piano di comunicazione e diffusione del Bologna Ragazzi Digital Awards cui guardiamo con grandi speranze. Siamo davvero curiosi di vedere i vincitori e di sapere quante domande di partecipazione ci saranno state. Per cui, dopo le critiche costruttive, un grosso in bocca al lupo e un plauso agli organizzatori. Vi terremo informati su questo blog.

Ebook: criteri di selezione

Iniziano a uscire anche in lingua italiana i primi ebook per bambini (è di questi giorni la notizia dell’uscita dell’app di Chissà di Kite edizioni) e ci rendiamo conto che siamo poco equipaggiati per sceglierli, testarli e giudicarli. Insomma i criteri di selezione in questo settore sono fluidi e solo la pratica e una certa sensibilità permettono di effettuare scelte accurate. Per questo facciamo nostro questo post segnalato da Silvia (seguitela sul suo nuovissimo e interessantissimo blog Bibliosphera) e creato dai blogger di ALSC

Ecco le regole d’oro che dobbiamo sempre tenere a mente, sono regole di buonsenso ma sembra che quando ci mettiamo a leggere un ebook per bambini subiamo l’effetto wow e dimentichiamo tutti i buoni precetti di costruzione delle collezioni che abbiamo imparato.
Quindi, prima di scaricare, chiediamoci:

  1.  come arricchisce la narrazione? si tratta solo di rossetto sul maiale o davvero le interazioni danno nuovi sensi e percorsi semantici?
  2. disturba la fruizione lineare del testo? (su questo tema consigliato caldamente anche la bibbia italiana sull’e-book: La Quarta rivoluzione di Roncaglia)
  3. favorisce i diversi stili di apprendimento o si concentra solo su uno di essi? punta tutto, ad esempio, sulla vista tralasciando l’udito o sa bilanciare la sua offerta in maniera adattiva?
  4. rispetta i principi di usabilità e navigabilità o usa percorsi non standard e non a misura di bambino? Si può personalizzare e fare propria?
  5. è un’esperienza da ripetere o letto una volta non viene voglia di ripercorrerlo?

Tenete in mente questi consigli, fateli vostri e personalizzateli (e se vi va raccontate le vostre tecniche di scelta) la prossima volta che state per comprare una app. Noi stasera abbiamo comprato The three little pigsNumberlys e abbiamo sbirciato un’altra uscita italiana I fantafavolieri. Presto le nostre impressioni, stay tuned

57° Congresso AIB

È iniziato a Roma il 57° Congresso Nazionale dell’AIB. Nella giornata odierna, aperta con l’intervento, puntuale e molto apprezzato, del presidente Stefano Parise, si è parlato tanto di e-book, digital lending, diritto d’autore e vari aspetti del DRM (Digital Rights Management), social reading.

School Libraries: What’s Now, What’s Next, What’s Yet to Come (ebook gratis)

Una cinquantina di autori ha contribuito a questo progetto editoriale dell’effervescente Kristin Fontichiaro (University of Michigan), ben conosciuta e apprezzata in ALA e IASL, realizzato con Buffy Hamilton, della Creekview High School (Canton, GA): un ebook “crowdsourced” (realizzato con Smashwords), liberamente consultabile on line o scaricabile, dal titolo “School Libraries: What’s Now, Whats Next, What’s Yet to Come“. Questa novità editoriale presenta, in modo narrativo, i diversi sviluppi che le biblioteche scolastiche stanno avendo e come la professione stia cambiando in varie parti del mondo. Tre i formati disponibili: PDF, mobi (per Kindle), epub.

2011 Ebook Penetration and Use

Come si stanno diffondendo gli ebook nelle biblioteche pubbliche, scolastiche e universitarie negli USA? In che modo i nuovi comportamenti di lettura da parte degli utenti condizionano le politiche di sviluppo delle raccolte digitali? Quale la risposta da parte delle biblioteche? A queste e a molte altre domande intorno alla diffusione degli ebook nelle biblioteche statunitensi cercano di rispondere gli Ebook Penetration and Use survey reports, realizzati dal Library Journal e dallo School Library Journal.

Ebooks: The New Normal, 12.10.2011

Domani 12 ottobre si svolgerà “Ebooks: The New Normal“, secondo summit virtuale sugli ebooks e sul loro ruolo nel futuro delle biblioteche. Il summit, organizzato dal “Library Journal” e dallo “School Library Journal”, è un punto di incontro dei diversi professionisti del settore (bibliotecari, editori, venditori, esperti) intorno al tema del libro elettronico e offre tre percorsi diversi adatti alle esigenze delle biblioteche pubbliche, universitarie e scolastiche.
Maggiori informazioni QUI.

Biblioteche per ragazzi, e-book, learning object e ammenicoli 2.0: un gruppo Facebook

A chi interessa il mondo 2.0 che ruota attorno alla letteratura per ragazzi segnaliamo un bel gruppo Facebook: MLOL-Ragazzi, nato per iniziativa di Giulio Blasi e altri amici. Da oggi è pubblico so…join the conversation! Please feel free to share 🙂

Infografica sul futuro dei libri di testo

Textbooks of Tomorrow
Via: OnlineEducation.net

Simone e i mostri della notte: app per iPad

Siamo stati lieti di ricevere la proposta di recensione di Simone e i mostri della notte: una app per il nostro iPad affamato di titoli italiani di qualità.

Ci spiace però che probabilmente sarà l’ultima recensione che faremo perchè non saremo teneri 😛

Ma partiamo con le note positive: lode all’intenzione di sviluppare app in italiano, in un mercato ancora estremamente piccolo, per un target che richiede genitori particolarmente attenti.

La storia è quella di Simone, un bambino che, al momento di andare a letto, viene assalito dai tremendi mostri della notte, quelli che ti saltano addosso appena la mamma spegne la luce e che scompaiono appena lei la riaccende (…ma sarà proprio così? Non sveliamo il finale) Storia non originale, narrata in maniera convenzionale, illustrata in maniera discreta.

Sono tante le cose che non vanno. Ci sono due versioni: quella “leggi” e quella “guarda”. Già questa distinzione ci lascia perplesse. In ogni caso la funzione solo lettura non integra nemmeno una funzionalità basica in questo tipo di applicazioni che è quella della lettura registrata della storia,  non sfruttando nessuna delle potenzialità del formato. La domanda è: cui prodest? Ovvero perchè dovrei leggere questa storia su iPad?Allora ci spostiamo alla funzionalità: guarda (?sic). Le opzioni di interattività sono: rumori e piccole animazioni. La scelta dei rumori e delle musiche è assolutamente banale e poco curata, le animazioni sono semplici e questo non è un male di per sè ma nè musica nè animazione aggiungono atmosfera alla storia, anzi le tolgono la capacità immaginifica e di creazione mentale. Sappiamo che non è compito facile creare ebook per bambini e i precedenti di successo si contano davvero sulle dita di una mano, tuttavia il nostro giudizio scivola assolutamente verso il basso per alcune cose che proprio non ci spieghiamo: che senso ha mettere il numero di pagina e con una tale evidenza? Possibile che fosse l’unico modo per navigare la storia? E poi: se è pensata per iPad che è un dispositivo touch dove sono le funzionalità che si attivano toccando lo schermo? Infine contro ogni usabilità la maniera in cui si sfogliano le pagine dove tu clicchi nell’angolo basso della pagina e la pagina si gira a partire dall’angolo in alto (e se clicchi sull’angolo in alto non succede niente); sembra una piccolezza ma datelo in mano a un po’ di persone adulte e bambini e noterete in tutti lo stesso senso di straniamento.

Ma, dulcis in fundo, (non ironico :-)) ci piace la possibilità di personalizzare i nomi della storia, come spesso facciamo narrando ai bimbi. Ma davvero è una delle poche cose che salviamo. Forza che c’è tanto lavoro da fare.

n.b. la replica del produttore è nei commenti a questo post

Qui il sito ufficiale dell’ebook http://www.simone.simiula.com/

LiteraTic (Braga, PRT, 2011-05-07/08)

LiteraTic

Le nuove tecnologie influiscono sulla nostra vita privata e lavorativa: per esempio, cambiano il modo di informarci,  fare acquisti, comunicare, apprendere (si pensi, per esempio, all’e-commerce, e-business, e-learning, al social networking etc.).  Sui possibili effetti (e cambiamenti) sull’istruzione, sulla letteratura per ragazzi e giovani adulti, sulla lettura, e se e in che modo il digitale possa facilitare e stimolare la lettura ci si interrogherà durante “LiteraTic“, il primo congresso su letteratura e TIC (tecnologie dell’informazione e della comunicazione), in programma a Braga (Portogallo) il 7 e l’8 maggio p.v.