Archivi del giorno: 23 ottobre 2015

Premio Archivio Videoludico 2015

Premio-AV-2015

Il 22 ottobre scorso, alle ore 16, in occasione della quarta edizione dell’IGDS – Italian Game Developers Summit e nella Milan Games Week, si è svolta a Milano la premiazione delle migliori tesi sul videogioco dell’edizione 2015 del Premio Archivio Videoludico promosso dalla Cineteca di Bologna, in collaborazione con la cattedra di Semiotica dei Nuovi Media del corso di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università di Bologna e AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani).

Ecco i vincitori:
1° classificato
PAOLO NOSENZO (Università di Torino, Corso di Laurea Magistrale in Cinema e Media)
Titolo della tesi: “Estetica e storytelling negli indie game

2° classificato
FRANCESCO TONIOLO (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Corso di Laurea Magistrale in Filologia Moderna)
Titolo della tesi: “Effetto di massa: fantascienza e robot in Mass Effect

3° classificato
MARTINA MARSANO (Università Roma Tre, Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione degli Adulti e Formazione Continua)
Titolo della tesi: “Serious games e lifelong learning

Ai primi tre classificati si aggiungono due menzioni speciali:

MARTINA BATTISTA (Università Ca’ Foscari Venezia, Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali Comparate)
Titolo della tesi: “Into the Wired: Digital Freedom or Piracy? The ECJ’S Nintendo v. PC Box Case Law as an Emblematic Example of Copyright Contradictions in the Information Society

LORENZO FAZIO (Università di Bologna, Corso di Laurea DAMS – Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo)
Titolo della tesi: “Dall’Avatāra agli avatar, dal Nātyaśāstra a Contact

AGENDA: Forte come un orso, Roma 27-28 ottobre 2015

Orso-cop

L’immagine è tratta dal libro Forte come un orso di Katrin Stangl (Topipittori, 2013)

A Roma, presso la Biblioteca Europea e il Goethe-Institut (via Savoia), si terrà l’evento “Forte come un orso. Libri, temi e percorsi per educare alla differenza“, che comprende una mostra bibliografica, incontri, laboratori e proiezione di film, il tutto in due intense giornate rivolte soprattutto (ma non esclusivamente) agli insegnanti, ai bibliotecari e agli educatori.

La mostra bibliografica curata dal Centro Specializzato Ragazzi e dall’Associazione Culturale Hamelin, è articolata in sei percorsi di lettura per riflettere sugli stereotipi culturali. Una mostra pensata come contributo alla riflessione sul tema dell’identità personale, culturale e di genere, all’interno della letteratura per ragazzi. Un invito a nutrire atteggiamenti positivi e rispettosi nei confronti delle differenze individuali, familiari e culturali, nell’ottica del superamento dei pregiudizi.

L’iniziativa è a cura di Biblioteche di Roma con il coordinamento del Centro Specializzato Ragazzi e la collaborazione del Goethe Institut.

Gli incontri sono parte del progetto Leggere la città: Educare alle mostre, educare alla città, realizzato da Biblioteche di Roma  in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

martedì 27 ottobre

ore 10: Leggere la città: trova le differenze. Albi illustrati, romanzi e percorsi sull’identità. Ilaria Tontardini e Giordana Piccinini dell’Associazione Hamelin incontro di formazione aperti ad insegnanti,  bibliotecari e operatori del settore.

mercoledì 28 ottobre: inaugurazione della mostra Forte come un orso

ore 16.30 – Leggere la città: identità e stereotipi. Incontro su temi  e percorsi per educare alla differenza, con Ilaria Tontardini e Giordana Piccinini, Associazione culturale Hamelin e Stefano Ciccone, Associazione culturale Maschile Plurale. Interviene Paola Gaglianone, Presidente delle Biblioteche di Roma.

ore 19 – Auditorium del Goethe-Institut: proiezione del film “I bambini sanno”, regia di  Walter Veltroni. Sarà presente l’autore. Con l’occasione sarà presentato il libro di Walter Veltroni “Ciao” , edito da Rizzoli.

La mostra bibliografica Forte come un orso. Libri, temi e percorso per educare alle differenze, rimarrà presso la Biblioteca Europea fino al 30 novembre. Gli incontri e le visite guidate collegate alla mostra si svolgono su appuntamento  il lunedì e martedì  mattina (europea@bibliotechediroma.it; tel. 06 45460685).(Partecipazione libera e gratuita fino ad esaurimento posti)

Locandina  Invito  Info