I nativi digitali chattano: urge aiuto!

Alle volte chattare con un adolescente si rivela difficilissimo: acronimi e abbreviazioni incomprensibili per gli immigranti bloccano la comunicazione. Ecco allora venirci in aiuto il decoder per le chat

Presentato come strumento per il controllo dei genitori, si rivela utile anche per i bibliotecari che si vogliono lanciare nella meritoria impresa del reference via chat.  L’inconveniente? Traduce soprattutto acronimi inglesi (ma è utile per gli emoticons)

[Via: A GeekyMomma’s Blog]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...