Archivi del giorno: 22 gennaio 2008

Ragazzi sopra le righe nella Brianza Comasca

Il Sistema della Brianza Comasca, con la nuova rassegna in cui la musica ha un ruolo centrale, cerca di catturare i giovani adulti (14-25 anni) che in genere non sono molto attratti dalla lettura e dalle biblioteche.  Leggi il programma delle iniziative previste a Cantù, Erba, Mariano Comense, Carimate, Figino Serenza, fino al 17 aprile 2008

I libri che i ragazzi “dovrebbero” leggere…

Il britannico Daily Telegraph ha recentemente pubblicato una guida ai 100 libri che ogni bambino dovrebbe leggere, preceduta da un intervento di Michael Morpurgo che racconta la sua esperienza di lettore, insegnante e scrittore (contributo che si può leggere integralmente sulla Rivista della Royal Societyof Literature). La guida è suddivisa in tre parti, secondo le diverse fasce d’età, e scorrendo l’elenco è possibile incontrare classici della letteratura di ieri e di oggi e molte opere tradotte anche in Italia: dall’opera omnia di Dahl a quella del Dr. Seuss, da Nel paese dei mostri selvaggi di Sendak a Beatrix Potter, a personaggi amatissimi come il piccolo Bruco Maisazio di Carle, Babar e il Gruffalò. Ma anche Il castello errante di Howl di Diana Wynne Jones, La fabbricante di fuochi d’artificio di Pullman, lo splendido Il giardino di mezzanotte di Philippa Pearce. E ancora Ursula K. LeGuin, Anne Fine, Melvin Burgess, Louis Sachar, Neil Gaiman con Coraline e molti altri.

La notizia è stata ripresa ieri da Repubblica in un articolo rintracciabile online, a cui segue un sondaggio, un elenco di 35 titoli “per bambini e adolescenti” tra cui si possono indicare quali andrebbero – a nostra opinione – letti da tutti i giovani. Sono segnalati grandi classici (come il Mago di Oz, Peter Pan, Pippi Calzelunghe…) accanto a titoli che nessuno probabilmente avrebbe più in mente di proporre ai ragazzi (Senza famiglia) e ad altri che ci sembrano strizzare l’occhio all’operazione commerciale più che alla letteratura (Geronimo Stilton, Tre metri sopra il cielo).

Ancora una volta viene da pensare che davvero chi si occupa di promozione della lettura nel nostro Paese fa (e deve ancora fare…) un grande lavoro per far conoscere la buona, ottima letteratura per ragazzi di oggi e che tra i libri che i ragazzi dovrebbero assolutamente leggere ci piacerebbero vedere autori come Chambers, Marchetta, Philbrick, Pullman, Spinelli… e tanti altri che scrivono bene, oggi, per ragazzi di oggi e che sicuramente, con i loro libri, potrebbero far amare la lettura e traghettare i lettori verso i classici e verso la letteratura adulta. La letteratura per ragazzi di oggi è piena di storie affascinanti e adatte all’età dei giovani lettori (così come la letteratura della memoria – visto che ci avviciniamo al Giorno della Memoria – è ricca di libri per le diverse età che raccontano quelle vicende)… ancora una volta ci viene ricordato che il lavoro di promozione alla lettura non è solo verso i ragazzi, ma anche verso gli adulti – genitori, insegnanti, educatori, bibliotecari… – che quei libri dovrebbero conoscere e amare per farli a loro volta apprezzare e amare.

Diteci la vostra opinione!

Dicono di noi: ProLibro

thanks.gif

I colleghi rumeni di ProLibro ci onorano di un post

Ok il rumeno non è proprio la nostra lingua madre ma ci sembra di capire che ci considerano un esempio interessante (se ci fosse qualche traduttore volontario…..)

Per intanto diciamo Multumesc foarte mult ai colleghi

La Joie par les Livres alla Biblioteca nazionale francese

joie.jpg

Dal 1° gennaio 2008, La Joie par les livres è diventata un nuovo servizio della Bibliothéque nationale de France: il suo direttore, Jacques Vidal-Naquet definisce il passaggio (nell’editoriale dell’ultimo numero de La Revue des livres pour enfants) come “il simbolo della riconoscenza verso la letteratura per ragazzi e del riconoscimento pubblico della nostra attività”. Pertanto l’avvenimento sarà celebrato a Parigi ad ottobre con un’importante mostra presso la Biblioteca nazionale, dedicata al libro per ragazzi, dal XVII secolo ai nostri giorni.